A Caselle Lurani palazzine scoperchiate, cinque famiglie ancora sfollate
Devastazione a cascina Taietta (Lodi Vecchio)

A Caselle Lurani palazzine scoperchiate, cinque famiglie ancora sfollate

A pagare il prezzo più alto del maltempo sono le zone del Centro Lodigiano: danni ingenti anche a Cornegliano e Lodi Vecchio

Il vento ieri ha devastato tutto il territorio, ma c’è una zona che oggi si trova a fare i conti con un bilancio più pesante. È il Centro Lodigiano, e in particolare i territori compresi nel triangolo tra Lodi Vecchio, Caselle Lurani e Cornegliano Laudense.

A Caselle Lurani due palazzine di via Cabrini sono state scoperchiate e le famiglie costrette ad uscire di casa: sul posto anche il sindaco Davide Vighi per trovare una soluzione. I lavori di ripristino sono cominciati, ma sono ancora cinque le famiglie sfollate.

Avviati i lavori di ripristino a Caselle

Ingenti i danni a cascina Taietta di Lodi Vecchio, dove un capannone è stato scoperchiato, l’impianto fotovoltaico è andato distrutto e i pali in legno che portano la linea elettrica sono caduti. Qui la corrente elettrica, da ieri pomeriggio, non è ancora tornata.

Danni ingenti anche a Cornegliano, chiuse ancora diverse vie per gli alberi che bloccano il passaggio, due auto sono intrappolate sotto tronchi e fronde, chiusa anche la chiesa parrocchiale per il crollo di due guglie sul sagrato della chiesa. Chiusi i parchi, mobilitati anche i privati. Danni ingenti anche per i privati, nel giardino di un’abitazione tre alberi caduti che hanno colpito in parte l’edificio.

L’abitazione di Cornegliano dove sono caduti tre alberi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.