Calzinari, il terrore degli autogrill: «Per noi cali fino al 40 per cento»
Nella foto, alcuni dei calzinari che imperversavano fuori dagli autogrill

Calzinari, negli autogrill «cali fino al 40 per cento»

Indagini sulla banda, perfino segnalazioni su Tripadvisor

Proseguono le indagini sul “clan” di calzinari campani in azione nelle aree di servizio di Somaglia, San Zenone e Fiorenzuola d’Arda, smantellata dagli agenti della Polstrada di Guardamiglio. In attesa degli interrogatori di garanzia emergono nuovi particolari sul vero e proprio clima di terrore ingenerato tra i clienti degli autogrill dai venditori abusivi di calzini, che avendo preso possesso dei parcheggi, spadroneggiavano indisturbati.

A farne le spese erano dipendenti, direttori dei punti vendita e avventori, appunto, come si evince dalla raffica di segnalazioni su Tripadvisor dove più persone raccontano delle minacce e aggressioni subite, mettendo in guardia chi, in viaggio, volesse fermarsi nelle aree di servizio.

«Capito casualmente durante viaggi di lavoro all’ora di pranzo, la cosa peggiore è l’onnipresenza di venditori abusivi di calze che ti perseguitano senza tregua, piazzati proprio davanti all’ingresso», scriveva un avventore dell’autogrill di San Zenone a luglio scorso.
E un altro, ad aprile: «Stazione di servizio infestata all’esterno da venditori di calzini che ti accerchiano con fare minaccioso per venderti i loro prodotti. Se gli dici di no, è meglio lasciare l’auto in un posto molto visibile, perché il rischio di trovarla danneggiata all’uscita, è concreto. Meglio stare alla larga».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.