Tangenziale, lavori a singhiozzo: l’unica certezza sono gli striscioni
Uno dei vecchi striscioni di protesta appesi sulla Mantovana e mai rimosso

Lavori a singhiozzo per la tangenziale: a Ospedaletto l’unica certezza restano gli striscioni

L’opera sulla Mantovana è attesa da quarant’anni: le scritte oggi restano come monito affinché l’intervento “salvasmog” venga ultimato in fretta

Quarant’anni di attesa e ora cantiere “a singhiozzo”: a Ospedaletto Lodigiano gli striscioni di protesta rimangono affissi a sollecitare la consegna della leggendaria tangenziale. E quindi la fine dei disagi all’ingresso del paese da troppi anni soffocato da rumori, vibrazioni e smog, e ingolfato dal traffico.

A fare da monito e a scandire i tempi di quest’opera restano - tra le altre cose - gli striscioni appesi dai comitati di protesta: «Smog, pericolo e rumore: sindaco quando si dimette? Vergogna!». E ancora: «Tangenziale del mai. Rotonda. I segreti li porto nel sacco». Queste in ordine di tempo sono le scritte che dalla precedente giunta Ferioli alla ex giunta Mizzi si sono susseguite sul tetto di uno degli edifici che svetta alle porte del paese, proprio all’altezza dell’incrocio semaforico cosiddetto del Cristo (dal nome della trattoria). Striscioni che, nonostante lo scorso anno il cantiere della variante di Ospedaletto sia stato avviato, sono rimasti appesi. Forse in attesa di un’apertura della bretella che - ad oggi - non è avvenuta.

Qualche ritardo sul cronoprogramma infatti c’è. E non è mai stato negato, neppure dalla Provincia di Lodi che di fatto però si prepara a inaugurare (la consegna dell’intera opera è stata annunciata per la fine di settembre; i lavori che si erano stoppati sono in parte ripresi nelle scorse settimane) una tangenziale rimasta al palo per decenni. Sognata “da sempre”, l’opera era stata infatti finanziata per 2,5 milioni di euro da Regione Lombardia dal 2007.

Leggi l’approfondimento sull’edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 9 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.