«Un docente benvoluto e collaborativo, sapeva sperimentare nuove didattiche»
Cesare Sepe

«Un docente benvoluto e collaborativo»

Lo schianto di San Giuliano, Villa Igea in lacrime per la morte dell’insegnante 34enne Cesare Sepe

Cesare Sepe, il 34enne morto nello schianto avvenuto nella notte tra martedì e ieri sulla provinciale Locate-San Giuliano, da sette anni insegnava all’istituto Merli Villa Igea di Lodi. Lasciando la sua impronta nelle modalità d’insegnamento, lui che si occupava di panificazione e cucina, nel rapporto con i suoi studenti e con lo stesso corpo docente. «Nei cinque anni da preside di questo istituto – dice la dirigente Antonia Rizzi – ho potuto conoscere ed apprezzare questo giovane insegnante. La morte improvvisa e drammatica ci ha scossi, davvero non riusciamo ancora a credere che lui non sarà più tra noi. La giovane età, i fatti tanto recenti, rendono difficile trovare le parole giuste per esprimere quei sentimenti che noi tutti proviamo».

Il luogo dell’incidente

Nell’esperienza professionale di Villa Igea, il 34enne originario di Scafati, trapiantato nel Lodigiano che lo ha adottato, ha contribuito allo sviluppo e alla promozione degli indirizzi di studio nei quali operava.
Continua la dirigente scolastica: «Lui c’era per tutte le iniziative di arricchimento dell’offerta formativa, instaurando una collaborazione serena e fattiva con i colleghi, con cui coltivava rapporti di amicizia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.