Tragedia in sala parto: il bimbo perde la vita
L’ingresso dell’ospedale Maggiore di Lodi(foto d’archivio)

Tragedia in sala parto all’ospedale di Lodi: nella notte tra sabato e domenica sono state necessarie cure urgenti per una donna in gravidanza, ma il cuore del bimbo quando è nato non batteva già più. La madre, di Castiglione d’Adda, era andata direttamente al Maggiore: il punto nascite considerato più vicino dopo le chiusura del reparto a Codogno. Era stata ricoverata la scorsa settimana, a seguito della rottura delle acque, dopo la 40esima settimana di gravidanza. Dalle prime ricostruzioni, durante il decorso in reparto la situazione pare precipitata, con il feto che non dava più segni di vita. Sconvolti per l’accaduto, i famigliari si sono rivolti alle autorità per fare chiarezza, presentando una segnalazione alle forze dell’ordine. E dalla Procura di Lodi è stato aperto un fascicolo, come confermato ieri dal procuratore capo Domenico Chiaro.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.