Torna l’allarme cinghiali

Torna l’allarme cinghiali

Due avvistamenti nel weekend a San Fiorano. Il sindaco: «Segnalateli»

Laura Gozzini

Torna l’allarme cinghiale nella Bassa. Sono due gli avvistamenti avvenuti nel weekend, ed entrambi a San Fiorano, tanto che il sindaco Mario Ghidelli chiama ora a raccolta gli agricoltori: «Ho chiesto che mi segnalino se dovessero vedere il cinghiale nei campi– spiega -. Sono due sere che ricevo segnalazioni sul nostro territorio, sabato sera in zona cascina Dossena e ieri in zona Barbana».

Mario Ghidelli

A detta di chi l’ha visto si tratterebbe di un esemplare di una cinquantina di chili, e vagherebbe solo. «Quasi sicuramente proviene dalla riserva Monticchie a Somaglia – osserva Ghidelli, già selecontrollore ingaggiato nella squadra formata mesi fa con la polizia provinciale per contenere la diffusione dell’animale divenuta ormai preoccupante -. In questo momento non si può intervenire ma voglio tenere monitorata la situazione e capire il raggio d’azione del cinghiale».

L’invito è a tenere alta la guardia, soprattutto per chi guida. L’esemplare avvistato nel weekend è stato infatti visto mentre attraversava la strada dei segnalanti. Il tutto ricordando il tragico incidente delle 4 di notte del 4 gennaio al chilometro 33 sud dell’Autostrada del Sole, in territorio di Livraga, nel quale la presenza di cinghiali in carreggiata causò lo scontro fra tre vetture, con un morto, il 28enne polacco Andrzej Slawomir Lombardi di Castelnuovo Rangone, e dieci feriti, di cui uno gravissimo.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 30 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.