Sesto uffici, al cantiere dei “giganti” si lavora senza sosta anche di notte
Il cantiere del Sesto Palazzo dell’Eni destinato ad aprire nel 2021

Al cantiere dei “giganti” dell’Eni si lavora senza sosta anche di notte

Prende forma a San Donato il nuovo centro direzionale che dovrebbe aprire nel 2021

Il nuovo centro direzionale Eni sta iniziando a prendendo forma. Dai piani alti degli edifici circostanti al cantiere, che sta coinvolgendo una vasta area del De Gasperi Est, si iniziano a vedere le geometrie del prestigioso progetto disegnato dallo studio statunitense di architettura Morphosis. Stando al cronoprogramma le opere dovrebbe concludersi per la fine del 2020 e i nuovi edifici dovrebbero quindi aprire le porte nel 2021 per ospitare circa 4 mila 500 lavoratori che attualmente sono insediati nel Quinto Palazzo.

Entro la fine dell’anno in corso dovrebbero essere pubblicati anche i bandi per l’assegnazione degli interventi viabilistici da un milione 800 mila euro per ridisegnare la circolazione nell’area del nuovo centro redazionale. Gli oneri di urbanizzazione - che si tradurranno in opere a scomputo per 23 milioni di euro -,saranno indirizzati alla realizzazione di due parcheggi interrati da circa 600 posti l’uno previsti in via Vannucchi e in viale De Gasperi, con previsione di lavoro da chiudersi entro due anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.