Alberi crollati, ora via al piano di piantumazioni
Dopo il taglio degli alberi via al piano di ripiantumazione(foto archivio)

Alberi crollati, via al piano di piantumazioni a Paullo

Saranno messe a dimora 82 piante, con un saldo positivo di 18 alberi in più rispetto a prima

Paullo sarà ancora più verde. Dopo gli abbattimenti per mettere in sicurezza gli alberi a seguito delle tante cadute (64 “tagli” si sono resi necessari dal 2017), in autunno prenderà corpo il piano di “rimboschimento”: 82 piante che saranno messe a dimora, con un saldo positivo di 18 alberi in più rispetto a prima. Saranno interessati dalle piantumazioni gli spazi antistanti parchi, scuole e tratti viari.

Ad annunciare gli interventi è stato l’assessore all’Ambiente Alessandro Meazza, che ha anche fatto il punto sulle manutenzioni dopo l’ennesima caduta, verificatasi sabato scorso a Paullo. Questa volta a spezzarsi è stato un grosso tronco, che pur trovandosi sul territorio di Paullo, all’altezza delle alzaie della Muzza, non fa parte del patrimonio arboreo curato dall’amministrazione comunale.

L’assessore Meazza

«È il Consorzio Muzza Bassa Lodigiana che si occupa delle alberature esistenti – spiega l’assessore -. La caduta, a quanto è noto, è avvenuta in ragione del maltempo. Da parte nostra, l’amministrazione ha continuato nella verifica dello stato di salute del verde cittadino, anche dopo gli interventi di manutenzione svolti tra giugno e luglio nei parchi cittadini, negli spazi di villa Moncucca e delle scuole. Con l’agronomo sono stati visionati altri siti e individuati altri sette alberi da abbattere. È giusto sottolineare che non sono a rischio, lo stato di salute non è pessimo, quindi l’intervento è stato calendarizzato tra la fine di agosto e settembre, comunque prima della ripresa delle scuole».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.