Scoprono i ladri in cortile e vengono presi a sassate
I carabinieri sono giunti sul posto dopo la chiamata al numero d’emergenza

Scoprono i ladri e vengono insultati e presi a sassate

Paura per alcuni residenti della Ranera di Sant’Angelo. Altri raid notturni nella medesima zona: tre case nel mirino

Scoprono i ladri in piena notte nel cortile di casa e vengono minacciati e presi a sassate. Decisamente una brutta avventura per alcuni residenti di via Legnano alla frazione Ranera di Sant’Angelo, conclusa con la fuga dei ladri, almeno due persone con il volto coperto da passamontagna, e la chiamata al “112”. Il fatto è avvenuto nella notte fra domenica e lunedì ma solo ieri è venuto alla luce. La banda ha preso di mira quindi tre diverse abitazioni, tutte nella stessa via della piccola frazione, riuscendo a racimolare solo un magro bottino ma lasciando alle loro spalle un sentimento diffuso di paura e insicurezza fra la popolazione.

L’episodio è avvenuto attorno alle 3 di notte. Secondo quanto ricostruito, dopo un primo raid senza bottino e dopo aver razziato materiale agricolo in una seconda casa, i ladri sarebbero entrati nell’abitazione di via Legnano forzando il cancello elettrico per provare a mettere in moto un pick up, senza però riuscirvi, forse per la mancanza della batteria. Il loro armeggiare in cortile ha però svegliato i proprietari, che dal primo piano si sono affacciati alla finestra, li hanno visti e si sono messi ad urlare, ricevendo in cambio sassate e minacce, prima che i malviventi si dileguassero nell’oscurità.

Una vecchia postazione di videosorveglianza alla Ranera: i carabinieri sperano che le immagini raccolte dal sistema possano aiutarli nelle indagini

I testimoni hanno visto due persone, il volto coperto da un passamontagna. E il sospetto è che possa trattarsi di ladri già entrati in azione alla Ranera. «Alcuni giorni prima avevamo visto da queste parti un’auto sconosciuta che girava e c’erano anche delle persone che si guardavano attorno con delle torce», racconta un residente. Ma se all’epoca l’episodio non era stato segnalato, ora la paura nel quartiere è aumentata. I carabinieri, però stanno indagando, e hanno acquisito anche le immagini della video sorveglianza presente in zona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.