Il lago di Como sta calando, meno acqua per i campi
Irrigazione di un campo di mais (foto d’archivio)

Meno acqua per i campi lodigiani

Il lago di Como sta calando e il Consorzio dell’Adda sceglie una gestione oculata

Cala il livello del lago di Como e diminuisce anche l’acqua disponibile per i campi del Lodigiano. Non c’è al momento nessuna emergenza idrica, ma il Consorzio dell’Adda ha scelto una gestione oculata, in linea con quanto indicato dall’Associazione nazionale bonifiche e irrigazioni (Anbi).

La decisione è stata assunta giovedì scorso in giunta tecnica, ma dal Cremonese sono state sollevate forti critiche al Consorzio dell’Adda: fra i cremonesi, infatti, c’è chi ritiene che con questi tagli idrici si siano penalizzate le terre cremonesi rispetto alle lodigiane. Ma il Consorzio dell’Adda e il Consorzio Bonifica Muzza del Basso Lodigiano non ci stanno e respingono ai mittenti ogni accusa.

Il presidente Grecchi

«La riduzione dell’acqua derivata dal lago di Como all’Adda riguarda tutti i territori allo stesso modo - spiega il presidente del Consorzio dell’Adda Ettore Grecchi -: è una misura precauzionale che si è stabilita per non creare disagi ora, poiché la riduzione del 10 per cento ha un impatto minimo sui campi, ma per non incorrere in problemi dopo, nel caso in cui la stagione calda si protraesse e le scorte di acqua venissero meno; allo stesso modo però è già stato definito che, qualora nei prossimi giorni, in Valtellina, dovesse piovere, questa riduzione del 10 per cento verrebbe revocata - conclude Grecchi -: non comprendo la polemica sollevata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.