Una foresta nella pianura, è il sogno mai avverato
L’unico tavoli della Foresta di pianura

Quel che resta della Foresta di pianura: costò un milione e mezzo di euro

Dopo 17 anni e tanti soldi spesi l’area è praticamente deserta e inutilizzata

Il sogno è cominciato 17 anni fa e per realizzarlo, tra Provincia di Lodi e Regione Lombardia, è stato fatto un investimento di oltre un milione e mezzo di euro. Ma oggi cosa ne è della Foresta di pianura di Lodi dopo 40mila essenze messe a dimora nel 2003 e soldi spesi per piantare alberi e creare angoli didattici, ma anche per i canoni di locazione e gli indennizzi alle proprietà? Del sogno verde resta ben poco.

Se da una parte si comprende lo spirito originario dell’iniziativa, un mosaico naturale che si sviluppa alle porte della città, dall’altra si nota che l’assenza di piccole “comodità” scoraggia la visita delle famiglie. Un solo tavolino di legno costituisce l’area di sosta, per il resto non ci sono arredi urbani, giochi o attrezzature sportive che potrebbero incentivare la frequentazione del polmone verde.

Esiste solo un tragitto ciclabile. «Lungo i percorsi verranno posti punti di osservazione e di sosta, segnaletica e bacheche informative. Per i punti di ristoro l’iniziativa verrà lasciata invece ai privati», così riportava il «Cittadino» nel 2003.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.