Sos per droga e criminalità, controlli serrati in stazione
La stazione di San Zenone (archivio)

Sos per droga e criminalità: «I controlli sono serviti»

La stazione ferroviaria di San Zenone “osservata speciale”

Grazie ai controlli di carabinieri, Polfer e polizia locale, viene scongiurato per il momento l’incubo degrado per la stazione di San Zenone al Lambro, dove in passato è stato segnalato a più riprese l’allarme per lo spaccio di droga e gli atti vandalici. Con l’aumento dei controlli delle forze dell’ordine nel “boschetto” della droga di Rogoredo, il timore era che le campagne attorno allo scalo ferroviario di San Zenone diventassero la meta privilegiata per lo spaccio delle sostanze stupefacenti. Anche perché distano solo 15 minuti in treno dal capoluogo milanese. Quanto invece al parcheggio antistante la stazione, in passato è finito nel mirino di vandali e ladri, che non di rado prendevano di mira le macchine parcheggiate dai pendolari.

In questo periodo sono stati numerosi i blitz antidroga, che si sono accompagnati all’identificazione di centinaia di persone gravitanti nella stazione non lontano dalla via Emilia. Si spiegano così i positivi risultati raggiunti grazie ad un’attività tanto massiccia che, come confermato in questi giorni dalle forze dell’ordine, ha ridotto notevolmente il fenomeno, tanto da riportarlo completamente sotto controllo.

Con l’aumento dei controlli delle forze dell’ordine nel “boschetto” della droga di Rogoredo, il timore era infatti che le campagne attorno allo scalo ferroviario di San Zenone diventassero la meta privilegiata per lo spaccio delle sostanze stupefacenti. Anche perché distano solo 15 minuti in treno dal capoluogo milanese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.