Sale operatorie, scatta la bonifica per la presenza di moscerini
Una delle nuove sale operatorie dell’ospedale di Vizzolo Predabissi

Sale operatorie, scatta la bonifica per la presenza di moscerini

Nuovi problemi, dopo il caldo, nel nuovo blocco chirurgico del Predabissi

Moscerini in una sala operatoria, a Vizzolo, scatta la bonifica. Il blocco operatorio, appena inaugurato, lunedì ha messo in stand by la sala chirurgica grande e gli interventi sono stati dirottati su un’altra sala. Il blocco operatorio, che il 19 luglio sarà inaugurato dall’assessore regionale Giulio Gallera, è stato attivato il 25 giugno scorso. L’apertura ha coinciso con i giorni del gran caldo e quindi sono sorti subito alcuni problemi. Ma oltre al caldo, a Vizzolo, sono arrivati i moscerini. Per fortuna, il problema, già nei primi giorni di avvio delle sale, è stato subito intercettato. La sala grande è stata chiusa e bonificata.

L’ospedale di Vizzolo

«Gli interventi chirurgici - spiega il direttore sanitario Stefano Schieppati - si sono verificati sempre, in totale sicurezza. Non ci sono mai state interruzioni. Nei giorni di gran caldo, è stata chiusa in alternanza una delle sale per mantenere l’equilibrio termico. Gli insetti probabilmente sono entrati in sede di trasloco. Appena è stato notato un moscerino, la zona è stata subito isolata e siamo intervenuti».
I tecnici sono riusciti a regolare anche la temperatura dell’acqua calda utilizzata dal personale sanitario per il lavaggio delle mani, considerata eccessivamente calda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.