Dalle vecchie scarpe da ginnastica giochi sicuri per i bimbi nei parchi
Il manager di EsoSport Nicola Meletiou, a sinistra, con l’assessore Alessandro Meazza e il consigliere Irene Nisi

Paullo: donando le vecchie scarpe da corsa si rendono più sicuri i giochi dei bambini

Verranno raccolte in cinque contenitori e poi trasformate in tappeti anti-shock

A Paullo le scarpe da corsa ormai usurate avranno una nuova vita come tappeti anti-shock nei giochi dei parchi per i bambini. Il tutto grazie al progetto EsoSport, idea semplice e geniale al tempo stesso, che vede la società ESO – Ecological Services Outsourcing – protagonista di una sfida nel segno delle 3R, ridurre, riutilizzare, riciclare, raccolta anche dal comune di Paullo deciso a «contribuire attivamente in quello che è un esempio concreto di economia circolare», come spiega l’assessore all’ambiente Alessandro Meazza.

Il contenitore per le scarpe

Il progetto Esosport Run prevede, semplicemente, l’installazione di speciali contenitori destinati a raccogliere le vecchie, usurate e non più utilizzabili scarpe da ginnastica, quelle che alla fine della loro vita diventano inevitabilmente “massa” nel bidone dell’indifferenziata.
Il progetto sposato anche dal comune di Paullo prevede invece che le scarpe, fatte in gran parte di plastiche spesso di ottima qualità, finiscano in un percorso di riutilizzo che le trasformerà in tappetini di sicurezza da installare nei parchi giochi per bambini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.