Controlli antidroga, sessanta identificati
Il cane antidroga dei carabinieri nel parco delle Caselle

Controlli antidroga, sessanta identificati

Carabinieri con un cane lupo addestrato passano al setaccio parchi, stazione ferroviaria e un centro profughi

Blitz antidroga dei carabinieri della compagnia di Lodi e delle stazioni di Lodi e Tavazzano con l’ausilio del nucleo cinofili di Casatenovo, questa mattina, tra Lodi, Crespiatica e Tavazzano: il fiuto del cane lupo Denver, che nel capoluogo ha ispezionato i giardini pubblici di via Caselle, via Fascetti- zona stazione ferroviaria e via Lago di Garda, ha orientato le ricerche nei confronti di due soggetti originari del Centr’Africa, con precedenti in materia di stupefacenti. I due, perquisiti, non avevano però addosso droga.

I controlli si sono quindi spostati a Crespiatica, dove sono stati controllati due noti consumatori di stupefacenti, anche loro trovati “puliti”. Denver è stato portato anche a Tavazzano, per controlli mirati nel centro di accoglienza per residenti asilo dell’ex hotel Napoleon. Venti gli extracomunitari identificati e perquisiti, ma anche loro non avevano droga.

Anche a Tavazzano i controlli sono stati estesi alla stazione e ad alcune zone di spaccio, con l’identificazione di 22 giovani e verifiche su 6 auto e i 15 loro occupanti. In totale nel corso del servizio “ad alto impatto” sono state identificate e controllate anche ai fini antidroga sessanta persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.