Preso il pirata che ha investito il pensionato e il suo nipotino
Mulazzano, la zona dove è avvenuto l’incidente

Preso il pirata che ha investito nonno e nipotino a Mulazzano

L’automobilista che ha travolto la bicicletta ed è fuggito ha 25 anni e abita in Brianza. Il pensionato è ancora in ospedale

Grazie alle testimonianze dei presenti e alle immagini del servizio di videosorveglianza, i carabinieri di Tavazzano hanno identificato il pirata della strada che sabato sera a Mulazzano ha investito un uomo di 67 anni in bici con il nipotino di solo un anno e poi è fuggito, non fermandosi nemmeno davanti ad alcuni ragazzi del paese che gli si erano parati davanti.
Si tratta di un 25enne residente a Varedo (in provincia di Monza Brianza), celibe e disoccupato, denunciato a piede libero per omissione di soccorso e lesioni personali colpose a seguito di sinistro stradale.

Il proprietario - A.S. le iniziali, moldavo - è stato riconosciuto in foto dai testimoni, mentre la sua auto, una Fiat Brava, aveva ancora i segni sulla carrozzeria compatibili con la dinamica dell’incidente di sabato. Il mezzo è stato quindi messo sotto sequestro.

Resta da chiarire il motivo della sua fuga: fra le ipotesi, la possibilità che il giovane avesse assunto sostanze alcoliche o stupefacenti (questo però, a distanza di alcuni giorni, non è più possibile dimostrarlo), oppure che si fosse semplicemente spaventato per l’incidente e le sue possibili conseguenze.

Nel frattempo il ferito, Ambrogio Bianchi, molto conosciuto a Mulazzano per le sue tante attività di volontariato, è ancora ricoverato all’ospedale di Cremona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.