Lodi, topi alla scuola dell’infanzia Serena

Lodi, topi alla scuola dell’infanzia Serena

Ancora problemi nelle strutture scolastiche della città: i bambini mandati a casa, fino a venerdì frequenteranno alla Arcobaleno

Ancora problemi sanitari e di sicurezza in una scuola di Lodi. Nelle scorse ore, è stata scoperta la presenza dei topi all’interno della scuola dell’infanzia Serena di piazza Gobetti.

La preside dell’istituto comprensivo Terzo di Lodi, Stefania Menin, ha subito deciso di far tornare a casa i bambini, provvedendo nel contempo ad avvisare le famiglie degli altri di non portare i figli a scuola oggi. I bambini che non potevano andare a casa sono stati accolti alla don Milani, la vicina scuola media del comprensivo Lodi terzo.

Episodi analoghi si erano già verificati sempre alla scuola Serena e alle Pezzani.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, i topi stazionerebbero all’interno del salone, in particolare nell’area delle macchinette.

Dal Comune fanno sapere che la scuola resterà chiusa fino a venerdì e che gli alunni frequenteranno, a partire da domani, la primaria Arcobaleno.

In queste ore il Broletto ha già avviato una campagna di derattizzazione.

Ecco la nota diffusa dal Comune sull’accaduto.

Nelle giornate di oggi, martedì 11 giugno, e domani, mercoledì 12 giugno, la scuola dell’infanzia “Serena” (Istituto comprensivo Lodi Terzo) rimarrà chiusa per consentire le operazioni di derattizzazione e sanificazione dei locali. Dopo un primo intervento effettuato ieri all’esterno dell’edificio, in accordo con l’istituto, si sta procedendo questa mattina alla derattizzazione degli ambienti interni. Alle famiglie è stata garantita la continuità del regolare servizio scolastico, comprensivo di trasporto, mensa e pre e post scuola. Il personale scolastico ha comunicato tempestivamente che le attività didattiche proseguiranno alla secondaria di primo grado “Don Milani” nella giornata di oggi e domani alla scuola primaria “Arcobaleno”. E’ stata pubblicata l’ordinanza sindacale di chiusura del plesso, emessa in urgenza per i giorni 11 e 12 giugno. A seguito dei rilievi effettuati in mattinata dall’Ufficio tecnico comunale, in compresenza con la ditta incaricata della derattizzazione e di un’impresa edile, sono stati individuati alcuni possibili punti di accesso per i roditori, che in occasione di precedenti e tempestivi interventi non erano stati rilevati. Si ritiene opportuno quindi prorogare fino a venerdì l’ordinanza di chiusura della scuola, garantendo le attività scolastiche alla primaria “Arcobaleno”. Le ditte potranno così procedere alla sigillatura, a un’ulteriore verifica delle esche che sono state posizionate oggi e alla sanificazione finale di tutti i locali.

Sulla questione è intervenuto con una nota anche il Movimento 5 stelle: «Solo ieri, si sono sospese le lezioni per i bambini del nido Girotondo dopo la scoperta di un uomo che si era introdotto di notte nella struttura; venerdì scorso è stata la volta di escrementi di lucertole alla Spezzaferri, a ottobre dell’anno scorso i topi alla Pezzani - recita la nota -. Avevamo già denunciato nella primavera scorsa, lo stato di incuria dei plessi scolastici e con un sopralluogo al Girotondo del nostro consigliere Luca Degano avevamo allertato la giunta sull’urgenza di intervenire per assicurare sicurezza e igiene. Moniti inascoltati, situazioni che non fanno che peggiorare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.