Dalle idrovore alla “teleferica”, gli studenti scoprono l’emergenza
I ragazzi di Paullo all’esercitazione

A lezione di emergenza dalla Protezione Civile

Maxi esercitazione al Parco Muzza con i volontari per 150 ragazzi delle classi quinte

Dalle idrovore alla teleferica, dall’allarme incendio alle operazioni di soccorso. Il parco Muzza si è trasformato in un grande campo base per le esercitazioni della Protezione civile di Paullo-Tribiano e della Croce Bianca. Solo che protagonisti per un giorno, lunedì dalla mattina al primo pomeriggio, sono stati gli alunni delle quinte di Paullo di tutte le sezioni (dalla A alla E), circa 150 ragazzi coinvolti in una lezione davvero speciale.

Divisi in cinque “squadre” e spinti da un entusiasmo commovente, i bambini si sono cimentati con le manichette nelle operazioni per lo spegnimento del fuoco, alla teleferica per raggiungere punti impervi, alle radio per comunicare con la centrale operativa, alle idrovore per difendere il territorio dal rischio idrogeologico, ma anche in operazioni di soccorso in contesti di estremo pericolo. Morale? «Abbiamo capito che fare il volontario vuol dire impegnarsi, fare fatica» evidenzia il piccolo Cristian, ma allo stesso tempo «si fa qualcosa di bello per noi e per gli altri e s’imparano cose nuove» riflettono Giulia e Flavia.

Anche per i “maestri” il bilancio è sicuramente positiva: «Abbiamo cercato di insegnare qualcosa, fare sentire gli alunni partecipi – spiega Sergio Fatai della Protezione civile -. Ad esempio per quanto riguarda le comunicazioni radio abbiamo insegnato l’alfabeto internazionale, per lo spegnimento incendio abbiamo dovuto costruire una derivazione per l’approvvigionamento dell’acqua che avevamo finito, per il trasporto dei feriti è stato realizzato un tunnel in cui i bambini sono dovuti passare, per quanto riguarda il rischio idrogeologico abbiamo svuotato un bacino per farlo riempire alle classi, infine per la teleferica abbiamo fatto lavorare all’unisono i gruppi per trascinare i propria amici da una parte all’altra». Piccoli angeli custodi crescono...

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 4 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.