Scoppio nella fabbrica di medicine, gli operai affrontano l’emergenza
Nell’immagine d’archivio un intervento dei pompieri alla Olon

Scoppio nella fabbrica di medicine, gli operai affrontano l’emergenza

Incidente senza gravi conseguenze nella notte alla Olon, ma alcuni cittadini segnalano strani odori in mattinata

Casaletto Lodigiano

L’incidente nella notte, strani odori al risveglio. È quanto accaduto a Mairano, frazione di Casaletto Lodigiano, dove attorno alle 3.10 nella ditta Olon l’esplosione di una guaina di tenuta di un reattore per la produzione di principi attivi farmaceutici ha causato la dispersione nell’aria delle sostanze contenute, in particolare di un solvente. L’allarme è stato lanciato anche ai vigili del fuoco, ma la corretta applicazione del piano di emergenza della ditta ha permesso di riprendere il controllo della situazione prima dell’arrivo dei pompieri. In mattinata, qualcuno dal paese ha segnalato un odore insolito. Le autorità escludono qualsiasi rischio per la salute così come l’amministrazione comunale sembra non aver avuto notizie di un impatto olfattivo esterno dell’incidente tecnico in fabbrica.

Nel pomeriggio il neo sindaco Nathalie Sitzia ha disposto un sopralluogo, effettuato dall’ufficio tecnico comunale, da un consigliere e da funzionari dei vigili del fuoco, per accertare la dinamica dell’evento. I vigili del fuoco hanno chiarito che non è stato necessario fermare la produzione e che solamente il macchinario interessato è stato bloccato per le necessarie verifiche.

L’azienda ha informato anche Arpa, che non ha ritenuto necessario un sopralluogo da parte di propri tecnici. Nel pomeriggio non venivano segnalate emissioni “odorigene” e veniva confermato che l’evento eveva interessato solo parti interne dello stabilimento farmaceutico.

Trattandosi di una delle attività del Lodigiano classificate “a rischio di incidente rilevante”, i vigili del fuoco attendono ora dall’azienda una relazione conclusiva con un piano per evitare il ripetersi di incidenti analoghi. «Intendiamo rapportarci con le nostre aziende paese con un atteggiamento di dialogo e di massima trasparenza», sottolinea il primo cittadino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.