Il caso di San Zenone, due candidate a pari: si va al ballottaggio
Da sinistra Cremaschi e Tronconi

Il caso di San Zenone, due candidate a pari: si va al ballottaggio

1030 consensi a testa per Maria Cristina Cremaschi e Arianna Tronconi: il 9 giugno si torna alle urne

Quando verso le 17 di oggi i presidenti delle cinque sezioni e i rappresentanti di lista hanno messo assieme le cifre non credevano ai loro occhi: a San Zenone al Lambro è uscito un risultato a occhiali, un pareggio insomma, evento rarissimo quando si parla di politica e di migliaia di votanti. Eppure Maria Cristina Cremaschi di “San Zenone Domani”, assessore all’istruzione uscente per la lista in maggioranza dal 2009, e Arianna Tronconi di “Il nostro Paese” , nuovo raggruppamento civico, si sono attestate alla stessa quota: 1030 consensi per ciascuna.

Il controllo dei verbali

A quel punto sono spuntati manuali e prontuari ovunque, e il clima si è fatto decisamente acceso. A quanto pare si andrà al ballottaggio fra i primi due classificati, escludendo quindi “Rivivi San Zenone 2019” (Marisa Filiberti, 148 consensi) e “Uniti per San Zenone” (Vincenzo Rallo, 98). Alle 17.30 una massa di persone si è trasferita nel municipio di piazza Aldo Moro per una revisione-fiume delle schede nulle e bianche. Da lì forse potrebbe spuntare qualcosa che cambi gli equilibri di un punto, evitando domenica 9 giugno di votare una seconda volta.

L’ufficialità del ballottaggio a San Zenone al Lambro è la notizia che conclude la maratona elettorale fra Lodigiano e Sudmilano. Verso le 20.30 i presidenti di sezione elettorale, i rappresentanti di lista, gli amministratori locali e il personale dell’ufficio elettorale hanno rinunciato a tutti i tentativi di soluzione manuali alla mano, decretando che secondo i conteggi locali San Zenone dovrà votare due volte, o più esattamente andare al ballottaggio domenica 9 giugno. A meno che nel frattempo non subentrino novità dalle commissioni elettorali centrali, il comune da 4500 abitanti a sud di Melegnano sarà protagonista di un episodio rarissimo per realtà che, pur sotto i quindicimila abitanti, non sono comunque così piccole da spostare le percentuali con una scheda o due. E invece è successo: Arianna Tronconi di “Il nostro Paese” e Cristina Cremaschi di “San Zenone Domani” sono finite esattamente allineate, 1030 schede a testa. La responsabilità di far pendere l’ago della bilancia da una parte o dall’altra per un solo voto, del resto, nessuno se l’è sentita di prendersela. Ci penseranno ancora i sanzenonesi fra due settimane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.