Pompieri, cambio ai vertici Stucchi andrà a Mantova
Foto di gruppo, con i colleghi e le autorità per il comandante Stucchi

Pompieri, cambio ai vertici lodigiani: Stucchi andrà a Mantova

Era al comando dei vigili del fuoco del territorio dal 2014

«Lascio il comando di Lodi quasi a pieno organico, ma con il rammarico di non vedere ultimato l’ultimo progetto a cui ho lavorato, il distaccamento fluviale di Maleo». Cambio ai vertici dei vigili del fuoco lodigiani: è previsto per il 27 maggio il trasferimento di Massimo Stucchi, 62 anni, alla guida del comando provinciale dei vigili del fuoco di Mantova, suo prossimo incarico. Lunedì è stato il giorno, in viale Piacenza a Lodi, del saluto al personale amministrativo, ai volontari, agli amici e alle autorità del territorio con cui ha lavorato negli ultimi cinque anni.

Massimo Stucchi

Stucchi era al comando dei vigili del fuoco di Lodi dal settembre 2014. Anche se in città era arrivato molto tempo prima: per tre anni, a metà anni Novanta, ha contribuito infatti alla nascita del nuovo comando provinciale con il comandante di allora Silvestre Mistretta (lunedì presente al commiato di Stucchi); poi il ritorno come vice comandante dal 2006 al 2012, mentre nel 2014, dopo un’esperienza a Genova e la promozione a dirigente, il terzo mandato ma come comandante.

La collaborazione di Stucchi con il Lodigiano potrebbe non finire qui. «Già nel 2006 Pietro Foroni, da sindaco di Maleo, mi propose di realizzare un distaccamento fluviale sull’Adda, ma forse i tempi non erano maturi. Ora come assessore regionale mi ha chiesto di redigere una bozza di progetto, che ho fatto e che ora è in valutazione all’AiPo. Anche se non sarò più qui, mi hanno chiesto comunque di collaborare alla sua realizzazione». Al suo posto, il 27 maggio, arriverà Giuseppe Di Maria, dirigente di nuova nomina e attualmente in servizio al comando di Imperia.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 21

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.