Bus controllato in area di servizio, l’autista è positivo all’alcoltest
Un posto di blocco della Stradale in A1: oltre ai tir controllati anche i bus

Bus controllato all’area di servizio, fermato l’autista positivo all’alcoltest

San Zenone, il mezzo è finito nel mirino della polizia stradale di Guardamiglio. Il mezzo è ripartito con un altro conducente alla guida

Positivo all’alcoltest il conducente di un bus partito da Modena e con a bordo 66 persone. La pattuglia della polizia stradale di Guardamiglio lo ha controllato sabato mattina nell’area di servizio di San Zenone est, mentre era sul sedile di guida, con il motore acceso, e attendeva che anche gli ultimi passeggeri tornassero a bordo dopo una sosta per riprendere il viaggio.

La pattuglia ha verificato innanzitutto i documenti del mezzo, la regolarità dei tempi di guida e i precedenti penali del conducente, infine lo ha sottoposto all’accertamento con l’etilometro per verificare se avesse assunto alcolici.

Per i conducenti professionali il codice della strada impone un tasso alcolico pari a zero, non tollerando nemmeno quello minimo dello 0,5 previsto invece per gli automobilisti. In questo caso, invece, il 47enne M.D., originario di Palermo, aveva un tasso nel sangue pari a 0,66 grammi/litro. Un valore che ha fatto scattare il ritiro immediato della patente ai fini della sospensione, la sanzione amministrativa e la decurtazione di dieci punti dalla patente. Lui, per giustificarsi, ha detto agli agenti di aver bevuto qualcosa la sera prima, ma nulla quella mattina. Una spiegazione che non ha cambiato la sua posizione e nemmeno le sanzioni a suo carico.

Il controllo è avvenuto alle nove di mattina e a quel punto il viaggio (si trattava di una gita parrocchiale, con destinazione il parco naturale del sacro Monte di Varallo in provincia di Vercelli) ha subito un inevitabile ritardo ed è ripreso solo quando la ditta titolare del mezzo ha mandato sul posto un secondo autista, anch’egli sottoposto a controllo da parte della polizia stradale prima di potersi mettere alla guida.

Sempre in autostrada, ma all’altezza di Parma, era finito nei guai la scorsa settimana il conducente di un altro bus, quella volta di una gita scolastica, trovato in stato di ebbrezza e segnalato alla polizia direttamente dagli stessi passeggeri che, vedendo la sua guida, si erano insospettiti.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 21

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.