Zelo, il truffatore seriale colpisce ancora

Zelo, il truffatore seriale colpisce ancora

Dopo essere finito nel mirino di “Striscia”, il 28enne M.G. è finito nei guai per aver fatto acquisti online senza versare un euro

Sulle sue piste si era messa perfino “Striscia la notizia”, per una truffa legata alle automobili. Ma nemmeno le luci delle telecamere e la ribalta nazionale sono riuscite a fermarlo. M. G. il 28enne truffatore seriale di Zelo Buon Persico, ha colpito ancora. Questa volta effettuando acquisti on line per decine di migliaia di euro, senza però versare un soldo. Un imbroglio che il commissariato di polizia di Desenzano ha però scoperto, denunciando il lodigiano per truffa e sostituzione di persona.

Le indagini sono state condotte fra gennaio e febbraio. Secondo quanto ricostruito, l’uomo avrebbe acquistato apparecchiature elettroniche per circa 30mila euro, tramite una decina di ordini. Attraverso i siti internet, forniva false generalità (sempre diverse) alle aziende che si sarebbero occupate della spedizione e forniva anche un falso indirizzo. Al quale lui si presentava al momento della consegna, fingendosi la persona a cui era intestato l’ordine. Non faceva mai acquisti per un valore superiore a 5mila euro, perché è il limite massimo per pagare con assegno. Ma gli assegni che utilizzava lui erano contraffatti: l’azienda se ne accorgeva solo dopo qualche giorno, quando ormai l’uomo si era volatilizzato, mentre all’indirizzo di spedizione non c’era più traccia di una persona con quelle generalità.

“Striscia la Notizia” sul caso del truffatore di Zelo

Le filiali vittime del raggiro avevano sede in diverse provincie del nord Italia: Brescia, Varese, Cremona, Padova, Novara, Alessandria e Mantova. Il commissariato di Desenzano è riuscito a sventare un nuovo episodio sul lago di Garda e grazie anche alle immagini di video sorveglianza, che avevano ripreso la sua auto, sono riusciti a risalire fino a lui, ricostruendo poi tutti gli altri episodi che erano stati denunciati. E che si aggiungono al “palmares” dello zelasco. Oltre all’episodio raccontato da “Striscia”, in passato M.G. aveva cercato di scambiare un camper preso a noleggio nel Lodigiano con un’auto nuova in Germania.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 17 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.