Controllo contro lo spaccio: due poliziotti in ospedale, profugo arrestato e liberato
Controlli antidroga della polizia

Controllo contro lo spaccio: due poliziotti in ospedale, profugo arrestato e liberato

Operazione delle volanti della polizia a San Fereolo: un 29enne del Gambia tenta di fuggire e colpisce due poliziotti, era già stato denunciato per droga

Un ventinovenne del Gambia, già noto alle forze dell’ordine per due segnalazioni come tossicomane, una denuncia per detenzione di marijuana a fini di spaccio e due per resistenza a pubblico ufficiale, è stato arrestato dalla squadra volanti della questura di Lodi giovedì attorno alle 13 nella zona di via della Marescalca, per le accuse di resistenza , violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Il giovane, richiedente asilo domiciliato presso una comunità di Boffalora d’Adda, secondo l’accusa avrebbe cercato di sottrarsi a un controllo antidroga e invece di fornire le proprie generalità agli agenti li avrebbe aggrediti. Per i due poliziotti, 3 giorni di prognosi ciascuno.

Oggi, venerdì, stato portato in tribunale a Lodi, dove l’arresto è stato convalidato. Assistito da un interprete e da un avvocato d’ufficio, si è avvalso della facoltà di non rispondere e ha patteggiato sei mesi di reclusione.

Formalmente risulta ancora incensurato e questo gli è valso sia una pena mite sia il beneficio della sospensione condizionale. È potuto uscire libero dal palazzo di giustizia.

Le indagini però proseguono perché al momento del controllo il 29enne non era da solo. Vicino a lui infatti c’era un altro ragazzo di colore che è riuscito a sottrarsi al controllo. In tasca dell’arrestato c’erano 70 euro in banconote di piccolo taglio ma nessuna sostanza stupefacente, per cui il denaro non è stato sequestrato.

Ulteriori particolari su «Il Cittadino» di sabato 4 maggio in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.