Giallo nella notte, due auto rubate e incendiate in poche ore
Una delle due auto incendiate

Giallo nella notte, due auto rubate e incendiate in poche ore

Vigili del fuoco al lavoro nel deposito della Provincia a Salerano e a Sordio

Davide Cagnola

Due auto rubate e poi date alle fiamme. È ancora un “giallo” quanto avvenuto nella notte fra domenica e ieri fra Sordio, San Zenone e Salerano. I carabinieri hanno già avviato le indagini ed entrambe le vetture sono state poste sotto sequestro. Non è escluso che i due episodi, avvenuti a distanza di qualche ora e di pochi chilometri l’uno dall’altro, siano opera della stessa banda, mentre al momento non risulta che le vetture siano state utilizzate per altre azioni criminali compiute sul territorio o nel Sudmilano prima di essere abbandonate e incendiate.

Il primo allarme è arrivato al 112 domenica sera intorno alle 22, quando un passante ha notato la recinzione in parte abbattuta del deposito della Provincia a Salerano, a lato della sp 204 che porta a San Zenone, vicino al depuratore, e all’interno un veicolo in fiamme. I vigili del fuoco sono arrivati in pochi minuti da Lodi e hanno domato le fiamme, avviando poi le verifiche per accertare l’origine del rogo. L’auto, una Volvo, è risultata rubata la sera stessa a San Zenone, dove era parcheggiata in strada: i ladri avrebbero sfondato il cancello del deposito e poi avrebbero dato fuoco alla carrozzeria prima di dileguarsi forse con un’altra vettura. Fatto sta che i carabinieri non hanno trovato nessuno in zona. L’area non è video sorvegliata.

Intorno alle cinque di ieri mattina, invece, è arrivato il secondo allarme per un’auto in fiamme, questa volta da via Dante a Sordio, a non molta distanza da San Zenone e Salerano. Questa volta si è trattato di una Mini, risultata rubata nella zona di Codogno. Di nuovo sono intervenuti i carabinieri per gli accertamenti e i rilievi, mentre i vigili del fuoco di Lodi hanno domato le fiamme prima di affidare quello che restava della carrozzeria al carro attrezzi di Baggi per la rimozione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.