Anziani truffati da finti carabinieri, e su Facebook finisce l’auto dei ladri
La Panda usata dai ladri dopo il furto a Caselle Lurani e postata su Facebook dal sindaco Vighi

Anziani truffati da finti carabinieri, e su Facebook finisce l’auto dei ladri

Soldi e gioielli sottratti da una casa di Mairano (Casaletto) mercoledì mattina

Vestiti da carabinieri sono entrati in casa di una coppia di anziani e con la scusa di verificare sospette banconote false in loro possesso hanno portato via soldi e gioielli. Truffatori senza scrupoli hanno colpito mercoledì mattina in un’abitazione di via Diaz a Mairano di Casaletto Lodigiano. Forse rassicurati alla vista delle divise, gli anziani hanno permesso ai malviventi di entrare nella loro casa e forse loro stessi hanno mostrato dove tenevano i risparmi. Quando si sono resi conto di quello che era successo hanno dato subito l’allarme ma a quel punto, quando i carabinieri di Lodi sono arrivati sul posto, era ormai troppo tardi e i malviventi erano spariti.

Nei giorni precedenti, invece, il sindaco di Caselle Lurani Davide Vighi aveva pubblicato sulla pagina Facebook del Comune la foto di un’auto con a bordo una banda di ladri ripresa dalle telecamere del paese e che è stata anche consegnata ai militari.

Il sindaco di Caselle Lurani Vighi

«Quando in Comune lo abbiamo saputo, è stata subito lanciata l’allerta sul servizio whatsapp attivo in paese per fare il passaparola e avvertire quante più persone possibile - spiega il sindaco di Casaletto, Giorgio Marazzina -. Poi per fortuna non abbiamo più avuto sentore di nulla o altre segnalazioni. Speriamo sia stato un fatto isolato. Spiace per la coppia derubata, a cui va tutta la mia vicinanza, perché quando viene tradita in maniera così vigliacca la buona fede delle persone resta sempre l’amaro in bocca».

Il sindaco di Casaletto Marazzina

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.