Nell’incontro fra Comune e sindacati spunta l’ipotesi di una casa di riposo
Il sindaco Elia Bergamaschi all’incontro con i rappresentanti sindacali

Nell’incontro fra Comune e sindacati spunta l’ipotesi di una casa di riposo

Guardamiglio, la giunta caldeggia il progetto, ma se ne riparlerà dopo le elezioni

Una casa di riposo per Guardamiglio. È il progetto che l’amministrazione comunale ha inserito nel protocollo di intesa per lo sviluppo delle politiche fiscali e sociali siglato fra Comune e organizzazioni sindacali dei pensionati (Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil). L’iniziativa però non può che rimanere un’ipotesi al momento, dato che a fine maggio sono attese le elezioni amministrative.

«Stiamo verificando la fattibilità per la realizzazione di una residenza sanitaria assistenziale o di una casa per anziani, ma siamo più orientati per una Rsa – ha spiegato il sindaco di Guardamiglio, Elia Bergamaschi -: gli anziani, infatti, soprattutto quelli che sono in difficoltà, hanno bisogno di un’assistenza completa. Non abbiamo strutture in disuso da recuperare con questo scopo: l’idea sarebbe quella di realizzare un edificio ex novo».

Il municipio di Guardamiglio

Buon modello di paese particolarmente attento alle politiche per anziani ( aiuti a domicilio, centro anziani, le case per anziani della Fondazione Mezzadri e l’esenzione Irpef più alta del territorio), Guardamiglio non è l’unica realtà del Lodigiano a sognare una Rsa. A Massalengo, Lodi Vecchio, Lodi, Borgo e Cornegliano Laudense la sinergia pubblico-privato ha visto dare il là a diversi progetti per la creazione di residenze sanitarie assistenziali o di case di riposo: a Massalengo l’iter della rsa è in fase avanzata; a Lodi Vecchio, il Comune ha alienato un terreno su cui pende l’idea di una comunità alloggio sociale per anziani; a Borgo San Giovanni l’intenzione era proprio realizzare una rsa e a Cornegliano Laudense è lo stesso Comune ad essere interessato a creare una comunità alloggio. A Ospedaletto, infine, mesi fa la società privata che detiene la proprietà del cosiddetto “ecomostro” (l’edifico incompiuto in faccia la municipio) aveva addirittura convenuto con il Comune la possibilità di realizzare, al posto degli appartamenti e dei negozi previsti, una casa di riposo di lusso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.