Il maestro degli orologi sale in alto sul campanile
Il maestro orologiaio è salito con il supporto del braccio di una gru

Melegnano, il maestro degli orologi al lavoro dentro il “campanone”

Da qualche settimana gli ingranaggi erano fermi ed è scattata l’operazione in basilica

Dopo “il campanone” risalente agli anni Trenta, l’orologio della Seconda guerra mondiale: nuovo intervento in cima alla basilica di Melegnano per i maestri campanari della storica azienda genovese Trebino, che nel 1958 venne scelta dal Vaticano per la costruzione dei grandiosi orologi della basilica di San Pietro.

«Proprio a causa dell’usura del tempo, l’orologio era fermo da qualche settimana - afferma il prevosto di Melegnano don Mauro Colombo -: dopo il sopralluogo dei giorni scorsi, oggi (ieri, ndr) pomeriggio hanno sostituite le lancette. È del Comune la competenza sulla sua manutenzione: essendo impossibilito a farlo, supplisce la parrocchia per l’uso pubblico dell’orologio e il bene della comunità».

Nella giornata di ieri il maestro orologiaio ha raggiunto il quadrante dal lato di via Frisi sul cestello di una gru posizionata nella stretta via Bersani: una volta salito ad un’altezza di oltre 30 metri, ha preso il via la seconda fase dell’operazione che l’ha visto sostituire le vecchie lancette in lamiera con nuovi elementi anticorodal, materiale connotato da buone caratteristiche meccaniche e ottima resistenza alla corrosione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.