Nuova caserma dell’Arma, domani il voto decisivo
Il sindaco di Lodi Vecchio Alberto Vitale

Scontro sulla nuova caserma dei carabinieri a Lodi Vecchio: mercoledì sera il voto decisivo in consiglio comunale

La maggioranza compatta difende il piano, dal comitato del no appello a tutti i consiglieri

Rossella Mungiello

Mercoledì il “caso” della nuova caserma dei carabinieri di Lodi Vecchio - progettata sull’area verde comunale di via Codazzi - sbarcherà in aula, nel consiglio comunale convocato alle 21. All’ordine del giorno, un passo decisivo per l’evolversi dell’iter della nuova caserma, ovvero l’approvazione della convenzione tra i Comuni di Lodi Vecchio, Casaletto Lodigiano e Salerano sul Lambro per la realizzazione dell’opera da 1,7 milioni di euro, che la Regione si è detta disponibile a finanziare con un contributo da 1,3 milioni di euro.

L’attuale caserma dell’Arma

La seduta, complice il momento politico, a ridosso della campagna elettorale, e la raccolta firme avviata dal comitato di cittadini, che ha superato le 800 adesioni, si preannuncia caldissima.

Al dibattito pubblico, nei giorni scorsi, si è aggiunta anche la netta presa di posizione dei proprietari dell’attuale sede della caserma di via Roma, che hanno chiesto pubblicamente «che sia messa la parole fine alla campagna denigratoria nei confronti della loro proprietà», chiarito «che non c’è mai stata intenzione di allontanare i militari» e ribadito la disponibilità a continuare ad accogliere la caserma fino alla realizzazione del nuovo immobile.

Leggi l’approfondimento sull’edizione de «Il Cittadino» in edicola martedì 2 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.