Il Viminale pronto a velocizzare le pratiche per la cittadinanza a Ramy, lo studente eroe
San Donato, i carabinieri e al centro Ramy con papà Kahled Shahata

Il Viminale pronto a velocizzare le pratiche per la cittadinanza a Ramy, lo studente eroe

Il 13enne, nato in Italia da genitori egiziani, ha salvato i suoi compagni lanciando l’allarme dal bus sequestrato, a rischio della sua vita

(ore 16) Il ministero dell’Interno sta accertando la situazione di Ramy, il tredicenne che ieri ha dato l’allarme dal bus sequestrato a Crema e poi dato dalle fiamme a San Donato. Il Viminale è pronto a farsi carico delle spese e a velocizzare al massimo le procedure per riconoscere la cittadinanza al piccolo eroe. L’auspicio è attribuire la cittadinanza a Ramy e toglierla al conducente del bus autore del folle gesto. Lo si apprende da fonti del Viminale.
Ramy, 14 anni a luglio, è nato in Italia da genitori egiziani, ed è uno degli eroi del drammatico episodio di ieri. Questa mattina il papà (Kahled Shahata) aveva lanciato un appello per far avere la cittadinanza italiana a suo figlio.

(ore 13) Gli eroi che hanno impedito che il sequestro del pullman si trasformasse in strage stamattina erano tutti a San Donato, al comando di compagnia dell’Arma dei carabinieri. C’erano i militari, ma soprattutto c’era Ramy (con il papà Khaled Shahata), lo studente coraggioso che è riuscito a chiamare i soccorsi e con il suo gesto a salvare tutti. Il comandante Luca De Marchis e il colonnello Paolo Abrate hanno ringraziato tutti, «coloro i quali hanno contribuito in maniera tanto preziosa a far sì che un fatto del genere non si trasformasse in tragedia».

Alla conferenza stampa questa mattina c’erano Simone Zerbilli e Francesco Citarella che hanno messo di traverso la “gazzella” lasciandosi travolgere dal bus per bloccarne la sua folle corsa. C’era Giovanna Calvaruso che con i colleghi ha liberato gli studenti.
. C’era Stefano Capenti che ha dato prima assistenza e conforto alle scolaresche. C’erano Andrea Celeste e Roberto Manucci che hanno inseguito e arrestato Ousseynou Sy, l’autista senegalese che aveva preso in ostaggio 51 ragazzi e che ha dato fuoco al pullman con loro all’interno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.