Crolla la Cattedrale vegetale di Lodi: durissima l’associazione Mauri
Lodi. marzo 2019 Cattedrale vegetale dopo il cedimento di altre colonnePaolo Ribolini

Crolla la Cattedrale vegetale di Lodi: durissima l’associazione Mauri

L’opposizione intanto si scaglia contro l’amministrazione Casanova: «I cittadini hanno diritto alla trasparenza sulle ragioni di quanto avvenuto»

Aggiornamento delle 20.50 - «Non vogliamo che il nome di un grande artista venga associato ad un cumulo di macerie», dichiarano dall’associazione Giuliano Mauri. L’intervento, molto duro, è arrivato pochi minuti fa.

***

La cattedrale vegetale di Giuliano Mauri non c’è più. Del maestoso “tempio naturale”, diventato simbolo turistico della città in riva al fiume, restano in piedi solo 28 colonne (sulle 108 originarie), le altre sono state abbattute da vento e intemperie. L’ultimo episodio lunedì pomeriggio, con raffiche fino a sessanta chilometri orari che hanno causato il crollo di altri pilastri.

L’amministrazione Casanova non ha ancora sciolto le riserve sul futuro dell’opera d’arte. «Nel bilancio sono stati previsti 12mila euro per una progettazione che comprende anche la fase esecutiva. Insieme al progettista incaricato si valuteranno la tipologia di progettazione e i costi dell’intervento e solo allora sarà possibile darne indicazione all’interno del piano triennale delle opere pubbliche», fanno sapere dal Broletto. Il progetto potrebbe prevedere una ricostruzione del sito in riva al fiume, ma anche la demolizione di quanto rimasto dell’opera.

L’esponente del Pd Laura Tagliaferri

Il Pd va all’attacco dell’amministrazione Casanova. «Quanto accaduto alla cattedrale vegetale è una sconfitta per l’intera città: in pochissimo tempo, infatti, l’opera era diventata un simbolo di Lodi e in ogni stagione era frequentata da persone che camminavano ammirate tra le sue colonne. A prescindere dalle idee sul futuro della Cattedrale, credo che i cittadini abbiano diritto alla trasparenza sulle ragioni di quanto avvenuto e soprattutto sul perché, dopo i primi crolli, si è perso così tanto tempo prima di intervenire con un’opera di manutenzione che era evidentemente urgente», dichiara Laura Tagliaferri del Partito democratico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.