Il 2020 sarà l’anno del ponte
Il ponte sulla Paullese di Bisnate

Paullese, partono gli espropri in vista del nuovo ponte

Incontro decisivo ieri a Cremona con l’assessore regionale Terzi: cantieri dal 2020, il viadotto sarà pronto nel 2022

Si concluderanno entro giugno gli espropri preliminari all’avvio dei cantieri per la realizzazione del nuovo ponte sull’Adda della Paullese: il cronoprogramma è stato illustrato a Cremona in un vertice alla presenza dell’assessore regionale Claudia Maria Terzi, e prevede la gara d’appalto a gennaio 2020 e il completamento dei lavori entro il 2022.

L’assessore regionale Claudia Maria Terzi

Il viadotto sarà metallico e poggerà su due piloni allungandosi per 190 metri, congiungendo le due province di Lodi e Cremona divise dall’Adda. Al contempo saranno garantiti i raccordi viabilistici tra i Comuni (per circa 1600 metri stimati). È previsto un investimento complessivo di 18 milioni di euro, 10 milioni per la realizzazione del nuovo ponte e 500mila per la manutenzione del vecchio, a cui vanno aggiunte le opere di consolidamento del ponte storico che dovrebbe diventare ciclopedonale per 2.200.000 euro e i raccordi viabilistici per 5.300.000 euro.

Le ultime richieste di autorizzazione per poi chiudere entro l’estate le operazioni di esproprio sono in corso. Subito dopo si avvierà la progettazione esecutiva per approdare alla gara che si svolgerà tra gennaio e settembre del 2020, cui seguirà l’avvio del cantiere per la costruzione di un nuovo ponte a due corsie, che sarà utilizzato per il transito nel senso di marcia Milano – Cremona, mentre quello oggi esistente sopporterà il transito in senso inverso.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola giovedì 28 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.