Lodi Vecchio, la sede della Cgil nel mirino di Forza Nuova
La Camera del Lavoro di Lodi Vecchio

Lodi Vecchio, la sede della Cgil nel mirino di Forza Nuova

Dopo i blitz anti-moschea a Sant’Angelo e Casalpusterlengo

Anche la Camera del Lavoro della Cgil a Lodi Vecchio nel mirino di Forza Nuova. Dopo i blitz anti-moschea a Sant’Angelo Lodigiano e Casalpusterlengo, questa notte sulle insegne della sede Cgil di via Libertà a Lodi Vecchio sono comparsi volantini firmati dal partito di estrema destra.

Manifesti di propaganda che inneggiano al patriottismo, immediatamente rimossi questa mattina, che hanno scatenato la dura reazione della Cgil, che parla di un’«intimidazione». In una nota, firmata dal segretario generale della Camera del Lavoro di Lodi Franco Stasi, si parla di «una nuova provocazione che dà chiaro il senso del clima minaccioso e intimidatorio che si respira in diverse città della Lombardia e anche del Lodigiano», ma «anche di un chiaro attacco neofascista».

Franco Stasi

Dalla Cgil di Lodi, il segretario generale Stasi annuncia poi: «Non ci fermeranno certo le intimidazioni e continueremo nelle denunce e nella difesa dei lavoratori, pensionati, migranti e persone senza diritti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.