Santo Spirito in cantiere, la cupola settecentesca adesso rischia di crollare
Qui sopra il maxi ponteggio

Santo Spirito in cantiere, la cupola settecentesca adesso rischia di crollare

Lodi, travi crollate e sottotetto invaso dal guano dei piccioni, tecnici Asst al lavoro

Cristina Vercellone

Cupola del ’700 in pericolo, a rilento la riqualificazione della chiesa del Santo Spirito dell’ospedale vecchio. Durante i lavori di ristrutturazione, partiti a luglio, sono emersi alcuni imprevisti. Le travi del tetto erano completamente crollate sulla base della cupola e il sottotetto è risultato invaso dal guano dei piccioni che si erano introdotti all’interno. I tecnici dell’Asst hanno dovuto disporre una variante e modificare il quadro economico iniziale. Ad aprile i lavori potrebbero riprendere e a maggio i lodigiani potranno tornare ad ammirare in tutto il suo splendore l’antica cappella dell’ospedale. Sono molti i lodigiani che passando da via Pallavicino continuano a chiedersi cosa sia quell’enorme ponteggio. Si tratta proprio dei lavori di restauro e risanamento conservativo della chiesetta.

Da luglio ad ottobre gli addetti ai lavori, guidati dall’architetto dell’Asst Giuliano Zani, hanno riqualificato le facciate della chiesa, sistemato il campanile e il tetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.