“Febbre da gioco”, come prevenirla
La Torre di via Grandi, quartier generale della Zucchetti

“Febbre da gioco”, come prevenirla

Zucchetti organizza un incontro sul gioco d’azzardo aperto a dipendenti e cittadini

Lodi

“Non giochiamoci la vita”. Quest’anno Zucchetti, azienda specializzata in software, ha deciso di aprire le porte del suo quartier generale per parlare di ludopatia e prevenzione: come riconoscere i sintomi della malattia e correre subito ai ripari. L’evento, aperto al pubblico, si terrà in via Grandi giovedì 28 febbraio dalle 18.15 alle 19.45, il relatore sarà il comandante della polizia locale Fabio Sebastiano Germanà Ballarino, il quale sull’argomento ha pubblicato il volume “Ludopatie e dipendenze”, un testo che ha visto la collaborazione dell’Associazione professionale polizia locale d’Italia (Anvu), di cui è vicepresidente.

Un adulto su tre nell’ultimo anno ha giocato d’azzardo almeno una volta, tra coloro che l’hanno fatto, più di un milione e mezzo può essere considerato “giocatore problematico”. Chi soffre di dipendenza da gioco d’azzardo difficilmente ne è consapevole, per questo è importante che famiglia, amici ed educatori riconoscano i primi sintomi per poter essere d’aiuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.