Dopo il rogo scatta la solidarietà per le famiglie rimaste senza casa
Il tetto della palazzina completamente bruciato

A Tavazzano scatta la solidarietà per le famiglie “sfrattate” dall’incendio

Le fiamme sviluppatesi a Modignano hanno distrutto tre abitazioni e reso inagibili altre tre: si attiva una rete di cittadini in aiuto agli sfollati

Tavazzano si mobilita per portare aiuto alle famiglie coinvolte dall’incendio della scorsa settimana a Modignano. Tre famiglie hanno perso la casa, che dovrà essere ricostruita. Altre tre sono al momento sfollate ma nella loro abitazione potranno rientrare. In loro aiuto si sono mobilitate associazioni e privati cittadini, anche da paesi vicini.

Alcuni drammatici momenti del rogo

In attesa di capire le cause di questo nuovo incendio (già anni fa lo stabile fu scenario di un rogo, causato nell’occasione dal l surriscaldamento di un camino), la comunità si stringe dunque attorno a chi ne sta pagando il prezzo più salato. «In paese è nata una rete di solidarietà che ci fa veramente piacere e che crediamo possa aiutare a restituire a famiglie che hanno perso tutto, la casa come i ricordi di una vita, un po’ di serenità - sottolinea il sindaco di Tavazzano, Giuseppe Russo - : noi staremo vicini a queste famiglie colpite da una tragedia e cercheremo di seguirle passo dopo passo».

Il primo obiettivo è costruire al più presto un tavolo di lavoro, che possa studiare come dare una mano nel concreto alle famiglie a 360 gradi. Una ditta specializzata in demolizioni è già stata assunta dal condominio e il Comune sta incontrando le famiglie per capire le necessità immediate. «Vedere che il tessuto associativo e la gente si stiano muovendo, davanti ad una tragedia del genere per portare aiuti, fa particolarmente piacere - rimarca l’assessore alle politiche sociali Alessandra Gobbi - e di questi tempi, che sembrano essere contrassegnati dalla perdita di valori umani, un po’ stupisce».

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 15 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.