C’è anche la Nato tra i benefattori dell’associazione dei bimbi protetti
La consegna dell’assegno

San Giuliano, all’Ora Blu l’assegno della Nato

Per i bambini vittime di maltrattamenti

Dalla Nato un assegno di 8.400 euro per la Comunità protetta “L’Ora Blu” di San Giuliano che ospita 10 bambini dai 6 ai 12 anni vittime di maltrattamento. Il generoso gesto è frutto in particolare dell’impegno portato avanti dall’Associazione Nisi - composta dalle mogli dei militari in servizio presso il Comando NRDC-ITA, - che è impegnata in attività umanitarie e in progetti di mutuo supporto. Da questa realtà nel corso delle vacanze di Natale è partita una colletta, che ha trovato ampia partecipazione, tesa a sostenere la struttura del territorio dedicata all’infanzia che ha maggior bisogno di aiuto.

Tutto era partito da una visita che i militari avevano effettuato nel dicembre 2017 presso la comunità. Da quel momento è nato un legame di attenzione e di reciproca fiducia che sembra avere le basi per proseguire nel tempo.

Nei giorni scorsi presso la Caserma “Ugo Mara” di Solbiate Olona, in provincia di Varese, Il Comando del Corpo d’Armata Reazione Rapida Nato (NRDC - ITA) ha quindi consegnato al Responsabile Fundraising dell’Ora Blu, Massimiliano Mistretta, le risorse economiche che per educatori e bimbi rappresentano un prezioso contributo. Grazie a questa iniziativa presso L’Ora Blu verranno realizzati alcuni nuovi interventi di manutenzione straordinaria.

Sarà un ulteriore investimento presso gli spazi che negli ultimi anni sono stati resi più accoglienti grazie ad una serie di lavori ai quali si è aggiunto anche il rinnovo degli arredi che sono stati donati da Ikea. Non mancherà inoltre un regalo per i giovani ospiti della comunità che proprio grazie all’assegno della Nato nella bella stagione potranno godersi una vacanza in più oltre a quelle che vengono tradizionalmente organizzate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.