Centro sportivo senza pace: ennesimo raid e danni ingenti
Gli attrezzi dello scasso

Ennesimo raid al centro sportivo di Melegnano

Nuova incursione notturna e danni ingenti: «Ormai abbiamo perso il conto dei furti»

Non si fermano furti e vandalismi. A Melegnano si registra l’ennesimo raid nel centro sportivo di via per Landriano, quartier generale del Real Melegnano: un’incursione notturna tra sabato e domenica che ha provocato danni più che altro alla struttura. Ad accorgersi per primo della brutta sorpresa è stato un collaboratore della società rossoblù, Massimo Carenzi, che domenica mattina è arrivato intorno alle 9 per pulire gli spogliatoi. Ha subito notato però che qualcosa non andava quando ha trovato tracce di fango sul cancello che divide la struttura dal corpo spogliatoi e locale bar.

Una volta entrato si è reso conto dell’incursione subita, quando ha trovato la porta del bar aperta. Dal locale i malviventi hanno prelevato una macchina del caffè e cercato soldi nei vari cassetti. Poi si sono spostati nello spogliatoio adiacente il magazzino dove la società rossoblù conserva tutto il materiale del bar, cercando di demolire una parete per entrare nel magazzino, visto che è protetto da una porta blindata.

A quel punto o sono stati disturbati oppure hanno desistito perché da un primo sopralluogo non risulterebbe mancare niente dal magazzino, a parte il danno notevole alla porta blindata nel tentativo di scassinarla.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola lunedì 11

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.