Il M5S “chiama” il ministro sull’ampliamento Ecowatt
Castiraga Vidardo, ditta Ecowatt

L’ampliamento della Ecowatt di Vidardo arriva sul tavolo del ministro

Interrogazione del deputato pavese Romaniello al dicastero dell’Ambiente

Arriva sul tavolo del ministro dell’Ambiente il caso del discusso ampliamento Ecowatt . Il deputato pavese del Movimento 5 Stelle Cristian Romaniello ha depositato un’interrogazione al ministro Sergio Costa per capire come intenda intervenire per evitare l’ampliamento dell’inceneritore di Vidardo.
Sulla questione rimane aperto il contenzioso al Tar aperto dal Comune di Vidardo, che ha contrastato l’autorizzazione concessa dalla Provincia di Lodi.

Cristian Romaniello

Per effetto della nuova autorizzazione contestata dall’amministrazione vidardese, l’impianto è oggi autorizzato a bruciare fino a 35mila tonnellate di rifiuti l’anno rispetto alle 27mila 935 dell’autorizzazione precedente, e a tenere stoccati fino a 3mila 160 metri cubi di rifiuti contro i 2mila 20 autorizzati in precedenza: «Nell’atto risulta che l’azienda abbia l’obbligo di non superare le 100 tonnellate al giorno di rifiuti da bruciare, perché questo per legge avrebbe dovuto costringere l’ente a richiedere la Valutazione d’impatto ambientale – si legge nel testo dell’interrogazione -. Affinché accada questo, arrivando alle 35mila tonnellate annue, si dovrebbe lavorare 365 giorni l’anno, cosa che tecnicamente non può avvenire».

«Per questo - riprende il testo dell’interrogazione depositata dall’onorevole Romaniello - si chiede quali iniziative di competenza il ministro intenda intraprendere per intervenire, considerando che in Pianura Padana si assiste ormai da diversi anni ad un grosso problema legato all’inquinamento, ed anche l’emergenza legata all’aumento delle emissioni su questo territorio». Ciò ricordando come la Pianura Padana, purtroppo, sia «il territorio più a rischio a livello europeo, dove contrarre malattie respiratorie legate a polveri ultrasottili, biossido d’azoto e ozono».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.