La “shaboo” sbarca anche nel Sudmilano, primo arresto
Nella foto, sia i soldi che parte della droga sequestrati dai carabinieri

Allarme per la “nuova droga”: primo arresto nel Sudmilano

Preso a San Giuliano un 49enne con 40 dosi di “shaboo”

Dieci volte più potente della cocaina e, alla prima assunzione, crea già dipendenza. Si chiama shaboo, una droga sintetica che si sta diffondendo ovunque e che per la prima volta è stata sequestrata anche nel Sudmilano.
I carabinieri del nucleo operativo di San Donato, diretti dal tenente Valerio Azzone, nell’ambito di una maxi operazione coordinata dal maggiore Antonio Ruotolo, lunedì hanno arrestato un pusher filippino (I. F. M., 49 anni, residente a San Giuliano) con 40 dosi per circa 22 grammi di questo pericoloso stupefacente.
È stato sorpreso in flagranza di reato mentre cedeva a un cliente due “cristalli” (conosciuta, proprio per la consistenza, anche come Crystal meth) ed è stato scortato direttamente in carcere a Lodi, dove tuttora si trova a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Quattro le persone fermate: due filippini, uno residente a San Donato e l’altro a San Giuliano. Al primo, il cliente, è stato chiesto di mostrare cosa aveva ricevuto dall’altro e ha estratto una bustina contenente shaboo. Il secondo, lo spacciatore, è stato perquisito e gli è stata trovata addosso la stessa sostanza, custodita in una scatola di caramelle: al posto delle caramelle c’erano 15 dosi da 0, 16 grammi di shaboo ciascuna confezionata con un colore diverso.
A quel punto gli investigatori hanno passato al setaccio l’abitazione di quest’ultimo a San Giuliano, dove è stata scoperta altra droga sintetica nella camera da letto: nel cassetto del comò sono state trovate 23 dosi della potente metanfetamina e altri 15 grammi circa ancora da dividere che il filippino teneva in una valigia chiusa con il lucchetto, accanto a bilancino di precisione e coltellino a serramanico. Al sicuro sotto chiave anche 3810 euro, che i carabinieri ritengono possano essere i proventi dell’attività di spaccio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.