Allarme cinghiali: «Prudenza alla guida»

Allarme cinghiali: «Prudenza alla guida»

Il sindaco Davide Vighi mette in guardia gli automobilisti

Caselle Lurani

Allarme cinghiali, prudenza alla guida. Anche a Caselle Lurani. Negli ultimi quindici giorni due automobilisti si sono visti tagliare la strada da esemplari di taglia media o anche grossa, così il sindaco Davide Vighi ha diffuso un avviso rivolto in particolar modo agli automobilisti in cui raccomanda “attenzione e prudenza alla guida”.

Il sindaco di Caselle Lurani Davide Vighi

La prima segnalazione era giunta in municipio un paio di settimane fa: un residente, mentre percorreva la strada di Calvenzano in auto, si era ritrovato davanti un grosso esemplare, che alla vista dei fari, dopo una iniziale esitazione, si era allontanato di corsa in direzione dei campi. La seconda segnalazione era arrivata in Comune tra martedì e mercoledì della settimana scorsa: un altro automobilista, proveniente dalla provinciale 17 ed entrato in paese dalla rotatoria di Salerano, percorrendo il rettilineo della provinciale 205 aveva dovuto frenare all’improvviso perché dal nulla era spuntato un piccolo brano di almeno cinque esemplari. «Potrebbero essere branchi di passaggio da altri territori, che vagano in cerca di cibo. Ho comunque avvertito anche lo Ster della Regione», riflette il primo cittadino, sottolineando come a sua memoria, «di cinghiali attorno al paese non se n’era mai parlato, neppure quando c’era il precedente sindaco».

Numerosi avvistamenti, nelle scorse settimane, sono stati segnalati anche sulle colline di San Colombano. E il ricordo della tragedia sulla A1 a inizio anno a Livraga, con una vittima e numerosi feriti causati da un branco di cinghiali, è ancora vivo. Di qui, complici le gelate invernali, l’invito di Vighi a prestare la massima attenzione: «In questo periodo le strade possono anche essere scivolose e una manovra di emergenza può rivelarsi molto pericolosa. Ho ritenuto doveroso informare la popolazione e invitare alla prudenza, moderando la velocità soprattutto nelle ore serali e notturne».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.