La soluzione del caso in appena sei ore
La conferenza stampa con il procuratore Domenico Chiaro

Omicidio al Majorca, il caso risolto in sole sei ore

Il 60enne trovato cadavere era una presenza notturna costante nella sala d’attesa della stazione ferroviaria della Bassa

Secondo la procura della Repubblica di Lodi sarebbe stato Biagio Trezza, 45 anni, codognese e pregiudicato, a togliere la vita a Graziano Cappato, 60 anni, milanese ma di fatto una presenza notturna costante nelle sale d’attesa ferroviarie, soprattutto a Codogno. Il senzatetto è stato trovato cadavere in un bagno dell’ex discoteca Majorca di viale Marconi a Codogno ed è stato un altro clochard a segnalare la presenza del suo corpo senza vita.
Il caso è stato risolto dai carabinieri in sei ore, almeno nell’impostazione di base delle accuse.

Spiega il procuratore della Repubblica di Lodi, Domenico Chiaro: «Siamo di fronte a un indiziato e non a un colpevole, e le indagini non sono finite». Anche perché risulta agli investigatori che di senzatetto italiani nell’ex discoteca ne girassero diversi. Ma quando i militari si sono precipitati dalla vicina caserma, dopo aver raccolto la notizia, avrebbero trovato una sola persona. Appunto, il 45enne.

Il corpo del 60enne è stato ritrovato proprio dove il terzo clochard aveva indicato, in un bagno, sepolto sotto una lastra di cartongesso. «Il volto era evidentemente segnato da lesioni, l’autopsia chiarirà se abbiano causato subito la morte o meno», precisa il magistrato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.