I poliziotti fermano un camionista, in cabina trovano una pistola carica
La pistola sequestrata al camionista pavese con i proiettili ritrovati

I poliziotti fermano un camionista, in cabina aveva una pistola carica

L’uomo - intercettato per un controllo a Tribiano - è stato denunciato, l’arma non poteva essere portata in quelle condizioni

Sul sedile a sé aveva una pistola carica e senza sicura. Sei colpi che potevano essere esplosi anche accidentalmente, un pericolo che a quanto pare è stato completamente ignorato da un camionista italiano di 40 anni, residente in provincia di Pavia, che ieri è stato fermato dalla polizia stradale di San Donato Milanese mentre percorreva la tangenziale est esterna a bordo del suo autotreno. L’uomo è stato denunciato e la pistola sequestrata.

Gli agenti della sottosezione di San Donato, a seguito della neve che cadeva ieri mattina nei Milanese, hanno intensificato su più fronti i controlli per la sicurezza stradale. E nel corso della mattinata avevano organizzato un posto di controllo in carreggiata nord, al chilometro 23, all’altezza di Tribiano. È qui che il camionista pavese - che viaggiava senza la cntura - ha incrociato la paletta alzata dell’equipaggio in divisa ed è stato costretto ad accostare il mezzo pesante. Poi la scoperta dell’arma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.