Venditori incassano 600 euro per il rilevatore di fughe di gas
Ancora anziani nel mirino

Brembio, venditori incassano 600 euro per il rilevatore di fughe di gas

Anziano si fa convincere all’acquisto, ma l’azienda sarebbe fasulla

Non una vera e proprio truffa, ma sicuramente la vendita di un prodotto particolare a una persona anziana, certamente presa alla sprovvista. Venditori si fanno pagare 600 euro da un pensionato di Brembio per un rilevatore di fughe di gas. È accaduto giovedì pomeriggio in un condominio di via Roma, dove l’83enne, che vive solo da quando la moglie è ricoverata, ha ricevuto la visita di due sconosciuti che, presentandosi come tecnici del gas, hanno convinto l’anziano a farsi installare il dispositivo, incassando 600 euro tramite pagamento bancomat.

Ottenuto ciò che volevano, i venditori non hanno perso altro tempo e se ne sono andati in fretta dall’appartamento. A far emergere il caso sarebbe stato un parente del pensionato che giovedì è andato a fargli visita qualche ora dopo che i venditori avevano lasciato l’appartamento, e al racconto dell’uomo su com’erano andate le cose e su quanto aveva sborsato, ha immediatamente allertato le forze dell’ordine.

Un contatore del gas di vecchia generazione(archivio)

Sul posto si sono presentati i carabinieri della stazione di Casale, e alla vista della pattuglia i residenti hanno intuito che era successo qualcosa. Stando alle informazioni raccolte, sarebbe emerso che l’azienda fornitrice del rilevatore di fughe di gas sarebbe inesistente, nel frattempo è stato bloccato il pagamento. L’episodio di Brembio non fa che confermare la presenza sul territorio di venditori senza scrupoli che, bussando porta a porta, tentano di piazzare lo stesso tipo di dispositivo venduto all’83enne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.