Il farmacista salva la vita un cliente
Il dottor Lino Tronconi e la dottoressa Susanna Abbà nella farmacia di Secugnago dove l’anziano ha accusato il malore

Il farmacista di Secugnago “salva” un cliente

La prontezza del titolare del negozio risulta decisiva nel soccorso a un anziano colpito da un infarto

Farmacista “salva” cliente colto da infarto. È successo a Secugnago nella tarda mattinata di giovedì. Un uomo, un ultrasessantenne del paese, si trovava nella farmacia Tronconi per acquistare, come di consueto, alcuni medicinali, ma, all’improvviso, si è sentito male. Ed è rovinato sul pavimento. Il farmacista Lino Tronconi però non ha perso neppure un istante e lo ha subito soccorso, praticando il massaggio cardiaco fino all’arrivo dei soccorritori del 118, allertato.

«Il mio intervento è stato utile ma sono gli operatori della Croce Casalese, giunta sul posto, ad avergli salvato la vita – commenta Tronconi, titolare della farmacia di via XXV Aprile -: una cosa è certa, se il malore fosse avvenuto all’esterno dei locali, molto probabilmente, non ce ne saremmo accorti subito, a maggior ragione se fosse caduto fra le auto parcheggiate all’esterno, e forse non si sarebbe salvato».

«Si è verificato tutto in pochi istanti – racconta Tronconi -: l’uomo era in attesa di essere servito al bancone quando, all’improvviso, è crollato a terra, come se gli avessero sparato; la collega (la dottoressa Susanna Abbà, ndr) ha subito allertato i soccorsi – riferisce il farmacista -, ma, nel frattempo io ho deciso di intervenire poiché avevo capito che si trattava di un grave attacco di cuore» La prontezza del farmacista è stata determinante, ma anche la sua preparazione specifica: «Conoscevo la manovra perché ho fatto, sia per interesse personale che per ragioni professionali, un corso di primo soccorso – precisa Tronconi –: fra la caduta dell’uomo a terra e il mio intervento sull’uomo saranno passati non più di una manciata di secondi, giusto il tempo di slacciargli il giubbotto e la camicia per effettuare il massaggio cardiaco».

Ed è soltanto all’arrivo dell’automedica e dei soccorritori della Croce Casalese che il farmacista ha cessato la manovra. «Sono stati tutti bravissimi – commenta Tronconi -, hanno subito affrontano l’emergenza e lo hanno portato in ospedale, salvandogli la vita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.