Montorfano, quando un bosco soffoca

Montorfano, quando un bosco soffoca

Centinaia di rami e tronchi ostruiscono passaggi e canali dell’oasi melegnanese

Sta soffocando, ma questa volta lo smog non c’entra. O quantomeno non è la causa principale della difficile condizione nella quale versa il bosco di Montorfano-Parco della Vettabbia. A sottrarre benessere, bellezza e ossigeno all’area sono infatti le centinaia di tronchi e rami caduti che ostruiscono l’accesso all’oasi e i canali d’acqua che la caratterizzano. Un problema di soluzione tutt’altro che facile.

Di fronte alle segnalazioni di degrado, rese più facili dalla vegetazione quasi assente, il municipio ribadisce infatti che «il bosco di Montorfano non è un parco pubblico ma un ambiente naturale: quindi il materiale arboreo a terra, a meno che non ostruisca i sentieri, non viene rimosso in quanto fondamentale per l’humus biologico». Ma con l’avvicinarsi della primavera, alla luce del caotico stato dell’arte, non è escluso che per i numerosi frequentatori della zona non si propongano problemi di accesso e fruibilità dell’oasi.

Quindi? «Intanto occorre premettere che per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria un ente pubblico deve indire una gara, non può chiamare le ditte al momento - annota Luca Ravizza, responsabile dell’ufficio ecologia e ambiente del Comune di Melegnano -. In questa procedura rientra anche l’oasi di Montorfano, che infatti l’anno scorso è stata oggetto di due attività di rimozione tronchi ingombranti. Ma la cosa più importante da comprendere è che il Montorfano non è un giardino pubblico, bensì un bosco spontaneo, e nei boschi spontanei tronchi e rami si lasciano sul posto perché arricchiscono il ciclo biologico. Per quanto riguarda quelli in fiume, dipende su quale sponda si è verificata la caduta. Se è sulla sinistra della Vettabbia, lì la proprietà è di privati che gestiscono un’azienda agricola».

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 18 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.