Qui gli ammalati si sentono come a casa
L’inaugurazione del reparto dedicato agli anziani affetti da patologie legate alla demenza

La casa di riposo di Sant’Angelo cresce ancora: taglio del nastro per il nucleo per pazienti con demenza riqualificato

La struttura punta ad accreditarci come reparto destinato all’Alzheimer

La casa di riposo di Sant’Angelo continua a crescere: taglio del nastro domenica pomeriggio pe il nucleo Cedro, reparto che oggi ospita 26 pazienti con demenza, riqualificato grazie ai contributi di Fondazione Comunitaria e Convegno di cultura Maria Cristina di Savoia.
L’obiettivo della Rsa della Fondazione Madre Cabrini onlus è di arrivare entro aprile all’accreditamento da parte della Regione come reparto destinato all’Alzheimer.

Come presidente della Fondazione Madre Cabrini e parroco della parrocchia dei Santi Antonio Abate e Francesca Cabrini, monsignor Ermanno Livraghi ha benedetto gli ambienti rinnovati e, ringraziato, insieme al direttore Gianluca Gazzola, la Fondazione Comunitaria - alla presenza di Domenico Vitaloni, presidente onorario - e il Convegno Maria Cristina di Savoia, rappresentato dalla presidente Maria Mazzoni De Prato.

L’obiettivo del prossimo futuro, come ha spiegato Gazzola, è arrivare all’accreditamento di Regione Lombardia di tutto il reparto come luogo di cura per l’Alzheimer, dopo un percorso di formazione ad hoc per il personale, «dato che la Regione da marzo metterà a disposizione 80 nuovi posti letto dedicati a questa patologia».

’inaugurazione si è tenuta nel contesto della Festa della Riconoscenza. Qui sotto la foto dei premiati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.