Ex Sicc, entro l’estate i lavori: si parte con le prime palazzine
L’area che un tempo era occupata dalla fabbrica Sicc, nei pressi della Cattedrale vegetale

Bonifiche finite: all’ex Sicc arrivano le prime palazzine

Entro l’estate il via ai lavori lungo l'Adda a Lodi, il progetto complessivo prevede quaranta alloggi

È tempo di risorgere per l’ex Sicc. Le bonifiche dell’area in Oltreadda occupata un tempo dalla fabbrica sono state completate ed entro l’estate partiranno i cantieri per le prime due palazzine vicino alla riva sinistra del fiume, di fronte alla Cattedrale vegetale. A riferirlo sono i promotori della nuova iniziativa residenziale che sorgerà in via Ferrabini, l’immobiliare Revellino e la cooperativa Alba. Il progetto complessivo prevede invece la costruzione di una quarantina di alloggi, che dovrebbero essere realizzate nell’arco di un anno e mezzo scarso.

Le palazzine saranno realizzate tra il parcheggio vicino alla piscina “Attilio Concardi”, che il Comune ha previsto di ristrutturare, e il terrapieno dove corre la pista ciclabile dal ponte dell’Adda fino alla strada provinciale per Boffalora. «Le verifiche di natura ambientale e bonifiche erano state richieste dall’Arpa (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente, ndr) – aggiunge Geri – le attività sono state concluse e attendiamo che a giorni la Provincia rilasci i documenti di collaudo effettuati».

.Il via libera al piano edilizio risale al febbraio del 2014 da parte dell’amministrazione Uggetti, l’adozione risale invece al termine dell’amministrazione Guerini nel 2012. L’intervento si sviluppa su un’area ampia, vicino alla foresta di pianura. È protetta dalle difese spondali che sono costruire in riva sinistra, una barriera anti alluvioni che alterna un muro e un rilevato arginale dal ponte fino alla strada per Boffalora d’Adda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.