Avanza senza sosta il maxi cantiere per il nuovo quartier generale Eni
Le immagini del grande cantiere per la realizzazione del Sesto Palazzo Uffici del gruppo Eni

San Donato, avanza senza sosta il maxi cantiere per il Sesto Palazzo

L’investimento per il nuovo quartier generale Eni, 171 milioni, è oggi il più imponente nel Sudmilano

Il cantiere del Sesto Palazzo, a San Donato, è in piena attività nonostante il periodo festino, e dalla recinzione che per mesi ha protetto da sguardi curiosi quanto avveniva all’interno dei 70mila metri quadrati dell’area De Gasperi Est inizia a spuntare anche il secondo piano di uno degli edifici destinati a cambiare il volto della città stessa. Il progetto ha avuto una lunga gestazione terminata nell’estate del 2017 con l’aggiudicazione, da parte di Salini Impregilo, di un contratto da 171 milioni di euro ed è al momento il più imponente del Sudmilano.

Il progetto prevede la realizzazione di un vero e proprio “campus”, con tre centri direzionali connessi tra loro, aree fintness e benessere, zone conferenze, aree riunioni, mensa aziendale e spazi espositivi, oltre ad un’ampia area verde e un centro congressi. Un progetto complesso, affidato ad uno degli studi d’architettura più prestigiosi al mondo, gli statunitensi Morphosis, che punta a recuperare e reinterpretare «i valori storici e attuali di Eni e Metanopoli attraverso un progetto-icona - recita la presentazione del piano di intervento - e un’architettura paesaggio in grado di scrivere una nuova pagina della storia di San Donato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.