Stasera la mozione di sfiducia, l’era Mazza arriva al capolinea
Mario Mazza, il sindaco di Vizzolo “andato sotto” con la mozione di sfiducia presentata da 8 consiglieri

L’era Mazza al capolinea: il consiglio di Vizzolo sfiducia il sindaco

La crisi politica si è aggravata dopo il fallimento del referendum

Copione rispettato a Vizzolo nel consiglio comunale della sfiducia al sindaco Mario Mazza: verso le 19 di giovedì 27 la legislatura iniziata nel 2015 con la vittoria di “Vivere Vizzolo”, lista civica di centrosinistra, è finita sotto il voto positivo alla sfiducia di otto consiglieri su dieci rimasti. Il dibattito precedente ha visto emergere, quali ragioni del fine corsa per “Vivere Vizzolo”, «l’inesistenza del referendum per la fusione fra Vizzolo è Colturano nel programma di governo di tre anni fa» (Massimiliano Dalbello), e »la non gestibilità dell’ex cava Tem nel patrimonio pubblico» (Salvatore Italia). Il sindaco Mazza, a tratti commosso, ha rivendicato le realizzazioni sociali e di gestione di «tredici anni di impegno, iniziati nel 2005», puntando il dito contro il «ritorno della politica con la “p” minuscola in questo paese» e «la vittoria della società del rancore».
L’era Mazza è dunque al capolinea e tutto è pronto insomma per lanciare il paese verso le elezioni anticipate di un anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.